Spargi l'amore
Valentina Cenni Malattia
Valentina Cenni Malattia

Valentina Cenni Malattia – Valentina Cenni, attrice italiana, è nata a Riccne il 14 marzo 1982.Ha studiato danza alla Royal Academy of Dance di Londra e recitazione e regia alla National Academy of Dramatic Arts di New York. Ha interpretato il ruolo di Rossana nel Cyrano de Bergerac di Alessandro Preziosi, Desdemona nell’Otello di Luigi Lo Cascio e Antigone al il Teatro Greco di Siracusa nell’Antigone di Cristina Pezzoli. Tutte queste produzioni sono state messe in scena da Harold Pinter.

Nella commedia musicale di Garinei e Giovannini, Aggiungi un posto a tavola, interpretava il ruolo principale di Clementina e cantava e ballava anche.Lei e suo marito, Stefano Bollani, si esibiscono e sono in tournée con il loro spettacolo La regina dada dal marzo di quell’anno. La sua interpretazione nella commedia di Giampiero Rappa Nessun posto è lontano le è valsa il Premio “Vincenzo Cerami” come migliore attrice giovane nel 2016.

Il compositore e il pianista hanno ormai ampliato la loro collaborazione al mondo della musica e della televisione, avendo contribuito sia al video musicale di “Aliens Are Coming che alla serie televisiva in sette puntate La Fata del Sonno, in onda su Rai 1. in Giappone. La preparazione è la chiave del successo . Evviva! è uno dei due programmi che conduce insieme a Stefano; l’altro è Via dei Matti no0 .

È stata inoltre protagonista dello spettacolo televisivo Babele di Letizia Russo, prodotto da Gianfranco Capitta e Sandro Vanadia per Atto unico di Rai Educational e trasmesso su Rai 3 sotto la regia dell’attrice. Inoltre ha diretto la serie di Rai 3 Non Murder, con Giuseppe Gagliardi. Hai recitato insieme a Jasmine Trinca e Riccardo Scamarcio nel ruolo di Micol in Nessuno si salva solo di Sergio Castellitto.

Il Premio Riccione per il Teatro, da lui istituito, è stato assegnato per la prima volta nel 2011. Le nuove avventure del Capitano Capitone di Daniele Sepe ha come protagonista raccontando la storia. Il movimento Sorelle d’amore da lei fondato è composto da “donne che esprimono gli impulsi umani più alti attraverso un rito ridente e mitologicamente significativo, un rito come forma di trasformazione, di passaggio, per radicarsi nella terra e unirla al cielo”. in un atto d’amore”, come dice lei.

Nel 2013, ha collaborato con il violoncellista Enrico Melozzi per formare il duo Bach’s fires dopo essersi discostato dai suoi 18 anni di formazione classica e di danza moderna per perseguire il suo interesse per la danza del fuoco. Sta anche continuando la sua carriera come fotografa, con un’enfasi attuale sulla creazione di opere d’arte per copertine di dischi e libri.

Ha curato la direzione artistica di due album del marito, Stefano Bollani: Que bom e Variazioni per pianoforte su Jesus Christ Superstar. Lui e il suo co-protagonista Stefano Bollani hanno vinto il Premio Flaiano 2021 per il miglior programma culturale per il loro lavoro sul serie tv di successo Via dei Matti no0.

Contemporaneamente, nel 2021, ha mostrato la stessa installazione video al 30esimo festival fotografico annuale SI Fest di Savignano sul Rubicone . Per continuare a divertirmi ho intenzione di organizzare l’evento in occasione del festival Storie di un Attimo di Olbia del prossimo anno. Il 27 maggio 2022 le etichette discografiche Sony Music/Columbia hanno pubblicato la compilation in doppio LP Via dei Matti n° 0, che presentava venti brani della trasmissione televisiva ed è stata curata da Valentina Cenni e Stefano Bollani.

Nel 2022 dirige il cortometraggio essere oro. La prima mondiale del cortometraggio si è svolta al 40° Torino Film Festival il 30 novembre 2022, fuori concorso ufficiale del festival. Il cortometraggio è stato presentato in anteprima su Rai Play il 29 luglio 2023.

Teatro

Ha interpretato Roxane in Cyrano de Bergerac di Fausto Paravidino, Desdemona in Otello di Alessandro Preziosi ed Emilia in The Birthday Party di Harold Pinter. Cenni recitò anche al Teatro Greco di Siracusa nell’adattamento di Cristina Pezzoli dell’Antigone di Sofocle, e interpretò il ruolo di Clementina in Aggiungi un posto a tavola, cantando e ballando nella fortunata commedia musicale di Garinei e Giovannini.

Valentina Cenni Malattia

Ha vinto il Premio Vincenzo Cerami come migliore attrice giovane nel 2016 per il suo lavoro in Nessun luogo è lontano di Giampiero Rappa.Ha anche creato, diretto e interpretato uno spettacolo con Stefano Bollani intitolato La Regina Dada, con cui si è esibita ed è stata in tournée nello stesso anno.

Televisione

Cenni ha collaborato con il pianista e compositore italiano Bollani su numerosi progetti, tra cui la regia del video musicale per la canzone di Bollani Arrivano gli alieni e il contributo al suo programma televisivo su Rai 1 L’importante è avere un piano scrivendo il 7- serie di racconti La fata del sonno. I suoi ruoli da protagonista sono arrivati rispettivamente nelle fiction di Rai 3 di Letizia Russo e Giuseppe Gagliardi Babele e Non uccidere, rispettivamente. Micol in Non puoi salvarti da solo di Sergio Castellitto, un dramma romantico con Jasmine Trinca e Riccardo Scamarcio, è uno dei suoi ruoli cinematografici.

Creazioni uniche

Studia danza classica e contemporanea da 18 anni, ma le piace esplorare un’ampia varietà di mezzi artistici. Cenni si esibisce come una danza del fuocor al fianco del violoncellista Enrico Melozzi nel duo I fuochi di Bach. Ha anche utilizzato il suo talento fotografico per collaborare alla creazione di copertine di album e libri per ECM, Universal Records e Mondadori Books.Se gli chiedessi quale fosse il suo bene più prezioso, risponderebbe senza esitazione: “Le mie ragazze”.

Aveva molti oggetti di valore nella sua vita. È vero che Attilio Cenni, scomparso lunedì all’età di 73 anni, era immensamente contento della nipote Dora e delle sue cinque figlie Elisa, Valentina, Margherita, Giulia e Maria. Era orgoglioso di come tutti loro siano diventati adulti responsabili e abbiano raggiunto i loro obiettivi. I suoi sentimenti per ogni individuo rispecchiavano l’affetto che aveva per la sua città natale.

Pur restando vicina alle sorelle nella loro sofferenza, l’attrice e cantante Valentina Cenni, sposata con il cantante Stefano Bollani, ne discute e svela ulteriori aspetti nascosti.Ha compiuto un miracolo e ci ha aiutato. Quando abbiamo chiamato, ha lasciato perdere qualunque cosa stesse facendo ed è venuto da noi. Ci hanno dato baci e abbracci fino alla fine. Ha collezionato foto e video della nostra famiglia fin da quando eravamo piccoli e ha accumulato una bella collezione.

Sperava che saremmo riusciti a fermare il momento in suo onore. Il suo cuore tenero e infantile rifletteva quelle qualità.Nel corso di diversi anni ha inviato quotidianamente a 150 donne un video di “buongiorno” girato sulla spiaggia. Lo ha reso felice che così tante persone abbiano risposto, e con alcuni di loro è uscito anche per un caffè o per una passeggiata. Una giornata in spiaggia era sempre un modo gradito per iniziare la giornata.

Mio padre ha sempre avuto la macchina fotografica tra le mani e ha trasmesso il suo amore per la fotografia sia a me che a mia sorella Elisa. Era ovviamente un genio creativo in fondo, come evidenziato dalla natura grandiosa, stravagante e visionaria delle sue idee. Raggiungere le stelle è stato il mio credo personale. Osare significa correre un rischio e lui ha corso quel rischio. Perseguiva i suoi obiettivi con uno zelo irresponsabile.

Era intensamente curioso fino al momento della sua morte. Mio padre era un gran lavoratore, ma trovava sempre il tempo per portare me e le mie sorelle in vacanza a New York, Miami e ai Caraibi più volte all’anno. Consigliava di soggiornare in hotel a cinque stelle, di visitare musei di fama mondiale e di mangiare solo nei migliori ristoranti. La sua voglia di vivere era così forte da essere contagiosa. Vedeva tutto come un gioco.

Alla domanda “come stai?” rispose: “chi sta meglio di me?Un uomo che ha due adorabili bambini, una casa a Riccione e la libertà di viaggiare per il mondo al proprio ritmo sulla sua barca non ha bisogno di molto altro. Era anche un oratore formidabile. Era noto per essere un vero narratore durante la cena. Noi ragazze lo consideravamo un’ispirazione per imparare a meravigliarci del miracolo della vita.

Il suo modo per assicurarsi che i suoi amici e la sua famiglia si divertissero e si sentissero apprezzati era dare liberamente. La donazione delle cornee dei suoi occhi era solo un esempio della sua passione nel riunire le persone e della sua generosità di spirito.Per mesi aveva nascosto una grave malattia, ma l’ha affrontata con notevole coraggio.

Non si è mai lamentato, si è agitato o si è lamentato una volta. Andò comunque in discoteca, dove si divertì e conobbe gente nuova e affascinante. Fino alle ultime due settimane si era sforzato di trarre vantaggio dalle terapie e godersi la vita. Qualche giorno fa, non era esattamente l’uomo più felice del pianeta.Addio ad Attilio Cenni, lo “strano” comunista che governa Riccione e dintorni fin da giovane e che ha dominato il panorama politico ed economico della regione.

Negli anni ’60 fu sindaco don Biagio Cenni, sacerdote. Lascia cinque figlie: Elisa, Margherita, Giulia e Maria, oltre a Valentina, che ha sposato l’attore di teatro Stefano Bollani. Era molto rispettosa per una donna della sua età .

Valentina Cenni Malattia
Valentina Cenni Malattia

By Saba

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!