Spargi l'amore
Tommaso Inzaghi Altezza
Tommaso Inzaghi Altezza

Tommaso Inzaghi Altezza – Simone Inzaghi, nato a Piacenza, il 5 aprile 1976, è un allenatore di calcio ed ex attaccante. Il suo ultimo titolo è “capo allenatore” dell’Inter. Anche se potrebbe aver trascorso i suoi primi anni a Piacenza, è più ampiamente riconosciuto per il suo periodo alla Lazio, dove ha vinto il campionato italiano , tre Coppa Italia, due Supercoppe italiane e una finale di Coppa dei Campioni.

Con 20 gol segnati in questa stagione con la Lazio, è secondo in campionato per reti segnate, dietro solo a Ciro Immobile. Ha vinto due campionati di Serie C da giocatore, uno con il Novara nel 1995-1996 e un altro con il Lumezzane nel 1996-1997. Ha iniziato lì la sua carriera da allenatore e ha collezionato più presenze con la Lazio di chiunque altro.

Da giocatore e da allenatore , è l’unico biancoceleste ad aver vinto sia Coppa Italia che Supercoppa Italiana nello stesso periodo. Con l’Inter ha vinto la Supercoppa Italiana 2021 e 2022, la Coppa Italia 2021 e 2022 e la Champions League 2022 e 2023. È arrivato all’Inter nel 2021.

Biografia

È nato a Piacenza, e ha un fratello con il compagno di nazionale Filippo. Ha tre figli: Tommaso, Lorenzo e Andrea, tutti nati dal matrimonio con Gaia Lucariello nel 2018. Tommaso nasce dalla relazione con l’attrice e conduttrice televisiva Alessia Marcuzzi.

Allenatore

Il suo modulo preferito è il 3-5-2 che permette ai terzini di avanzare frequentemente in attacco. Due attaccanti, uno dei quali è un centrocampista offensivo, giocano davanti agli altri due centrocampisti per fornire supporto; questa è la sua formazione preferita.

La versatilità tattica del sistema è evidente quando viene utilizzata la configurazione 5-3-2 dopo che i terzini sono tornati in difesa. Inoltre, Inzaghi è noto per saper adattare le sue strategie difensive ad ogni situazione. Durante la sua permanenza alla Lazio ha dovuto implementare un pressing alto e un centrocampo compatto per riconquistare palla agli avversari.

Club

Fece parte delle giovanili del Piacenza ma all’età di 18 anni fu ceduto in prestito al Carpi di Serie C1. Mentre era lì, ha visto un gioco minimo e non è riuscito a segnare in 9 tiri. Il Piacenza lo mandò in un’altra tournée italiana due anni dopo, questa volta al Novara di Serie C2 dove giocò regolarmente e segnò quattro gol. Nella stagione 1996-97 contribuisce nuovamente alla rosa del Lumezzane giocando 23 partite e segnando 6 gol in Serie C2.

L’anno successivo, 1997-1988, viene ceduto in prestito al Brescello in Serie C1, dove gioca ininterrottamente per la prima volta e riuscì ad emergere . Questo gli è valso il ritorno al Piacenza, che gli offre una chance in Serie A rendendolo il terminale del gioco offensivo. Inzaghi segnò nella giornata d’esordio del torneo contro la Lazio, alla quale venne ceduto nell’estate del 1999.

Gli anni dopo la Lazio

Con lui in panchina i biancoceleste hanno vinto la Supercoppa UEFA e hanno lottato anche per il posto da titolare con il cileno Marcelo Salas. Il centravanti piacentino si è rivelato un ottimo acquisto con le sue prestazioni stellari in campionato e Champions League. Ha segnato due gol nella vittoria per 5-1 dei quarti di finale contro l’Olympique Marsiglia il 14 marzo 2000. Aveva già segnato due gol nel turno precedente, in una partita contro il Maribor.

Ha segnato il primo gol su rigore nella vittoria per 3-0 dei Romani sulla Reggina il 14 maggio. Questo risultato ha suggellato lo scudetto per i Romani. La Coppa Italia e la Supercoppa Italiana furono entrambe vinte da lui nello stesso anno solare. Negli anni successivi giocò sempre meno e influì sempre meno sulla squadra, ma continuò a segnare.

Tommaso Inzaghi Altezza

Nel 2004, non solo è diventato il miglior marcatore di tutti i tempi nelle coppe europee con 20 gol, ma ha anche segnato il gol della vittoria nella finale di Coppa Italia e nella finale di Coppa UEFA contro il Partizan il 25. Novembre. Sempre più fuori dai piani del club, viene ceduto in prestito alla Sampdoria e all’Atalanta .

Al ritorno alla Roma, il 4 ottobre 2008, segna l’1-1 capitolino. In Serie A è stato il suo primo e ultimo gol dal 18 settembre 2004. Nel 2009-10 ha vinto per la seconda volta Coppa Italia e Supercoppa Italiana prima di mollare.Il 17 gennaio 2010 ha giocato l’ultima volta con i biancoceleste nella sconfitta esterna per 3-0 contro l’Atalanta.

Nazionale

Inzaghi ha vestito tre volte la maglia della Nazionale italiana. La sua prima partita risale al 29 marzo 2000 contro la Spagna a Barcellona, quando la sua squadra perse 0-2. Ha giocato con Dino Zoff. Entrato in campo al 60′ come sostituto di Stefano Fiore, lui e il fratello maggiore Filippo hanno formato una coppia d’attacco per l’Italia guidata da Giovanni Trapattoni, segnando nelle vittorie per 1-0 sull’Inghilterra a Torino il 15 novembre 2003 e sulla Romania ad Ancona. il 16 novembre 2003.

Laziale

Il 22 maggio 2010 annuncia che lascerà la Lazio con un anno di anticipo per diventare l’allenatore degli Allievi Regionali. Questo ruolo lo mantenne nell’ambiente biancoceleste, e la sua squadra finì per vincere la Coppa Regionale a fine stagione. L’anno successivo viene promosso alla panchina degli Allievi Nazionali biancocelesti. Viene promosso allenatore nel gennaio 2014 dopo aver guidato la Primavera alla vittoria di Coppa Italia di categoria sulla Fiorentina.

I romani non vincevano il titolo da 35 anni. Nello stesso anno battono il Chievo e vincono la Supercoppa. Nel 2014-2015 vinse il derby capitolino e la Coppa, ma perse la finale di campionato ai rigori contro il Torino , e il Torino vinse la Supercoppa. contro la Lazio.

La prima unità è arrivata.

Dopo l’esonero di Stefano Pioli avvenuto il 3 aprile 2016, il presidente della Lazio Claudio Lotito ha deciso di affidare a titolo temporaneo l’allenatore del Piacenza all’allenatore della prima squadra;fece il suo debutto ufficiale una settimana dopo, portando la squadra alla vittoria esterna per 3-0 contro il Palermo. Le sue sei partite si sono concluse con l’ottavo posto, a sette punti dal sesto, e l’eliminazione dalla UEFA Europa League. Ha guadagnato un totale di nove punti dalle sue tre vittorie e tre sconfitte.

Il club biancoceleste ha affidato la panchina a Marcelo Bielsa prima dell’inizio della prossima stagione. Nonostante fosse formalmente assunto come allenatore, Bielsa se ne andò poco dopo a causa di conflitti di mercato con il proprietario Lotito, che alla fine decise di restituire il controllo della squadra a Inzaghi. Il 1° marzo 2017, a quasi quattro anni dall’ultimo derby, i suoi biancocelesti vincono l’andata della semifinale di Coppa Italia contro la Roma. La partita si è conclusa con un punteggio di 2-0.

Dopo quattro anni e cinque mesi di fallimento in Serie A, la Lazio si ripagò il 30 aprile vincendo 1-3 sui giallorossi nel derby e scudetto. La sua squadra ha perso contro la Juventus nella finale di Coppa Italia il 17 maggio 2017, con il punteggio di 2-0. Partecipò anche alla finale di Coppa Italia e il suo club arrivò quinto, qualificandosi all’Europa League l’anno successivo.

Al suo secondo anno alla guida dei biancoceleste, l’allenatore della Lazio, Eusebio Di Francesco, vinse il suo primo trofeo quando la sua squadra sconfisse la Juventus, 2-3, nella partita valida per l’assegnazione della Supercoppa Italiana. Poiché nessun altro membro dell’illustre storia del club romano ha mai vinto la coppa sia come titolare che come panchina per la stessa squadra, detiene questo primato.

Ha esordito in Europa League il 14 settembre 2017, vincendo 3-2 contro l’Olanda Vitesse. Cento di quelle presenze sono avvenute nella vittoria esterna per 3–4 della Lazio sulla Fiorentina il 18 aprile 2018. Lazio e Inter erano al quinto posto in classifica con un distacco di tre punti dalla finale. giorno della stagione.

Ma grazie ai risultati degli scontri diretti l’Inter balza davanti alla Lazio ed entra in Europa League, mentre la Lazio si deve accontentare del quarto posto e di un posto in Europa League. La squadra ha concluso la stagione al quinto posto.Inzaghi ha portato la squadra capitolina alla finale di Coppa Italia, dove ha battuto l’Atalanta 2-0 e ha vinto il secondo trofeo sotto la sua guida come allenatore dei Biancoceleste, nonostante la pessima prestazione della Lazio nel campionato 2018-2019 e l’uscita anticipata della squadra dal l’Europa League .

Mentre la seconda vittoria di Inzaghi in Supercoppa Italiana è arrivata il 22 dicembre quando la Lazio ha sconfitto la Juventus 1-3, la loro stagione di Europa League si è conclusa nella fase a gironi. L’11 gennaio 2020, vincendo 1-0 sul Napoli, il club capitolino è diventato la prima squadra nei 120 anni di storia del club a vincere 10 partite consecutive di Serie A; batté il record sette giorni dopo vincendo 5-1 contro la Sampdoria.

La serie di vittorie consecutive si è conclusa dopo che la partita successiva si è conclusa con un pareggio per 1–1 nel derby locale. Sven-Göran Eriksson deteneva il precedente record di 17 turni senza sconfitte nella stagione 1998/1999, ma quel record è stato interrotto con una sconfitta per 3-2 contro l’Atalanta il 24 giugno 2020, stabilendo un nuovo record per il club.

Tommaso Inzaghi Altezza
Tommaso Inzaghi Altezza

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!