Spargi l'amore
Roberto Bolle Malattia
Roberto Bolle Malattia

Roberto Bolle Malattia -Il 26 marzo 1975 nasce a Casale Monferrato Roberto Bolle, ballerino italiano.È la prima persona nella storia della danza a ricoprire il ruolo di primo ballerino sia all’American Ballet Theatre che al Teatro alla Scala di Milano. È apparso con il Royal Ballet come artista ospite . È nato a Casale Monferrato ma ha trascorso gran parte della sua infanzia a Trino. Considera San Michele in Insula, la chiesa più antica di Trino, un “luogo del cuore.

Ha frequentato la prestigiosa Accademia Teatro alla Scala a partire dalla tenera età di 11 anni. Nel 1990, è stato trovato da Rudolf Nureyev, che lo ha scelto per il ruolo di Tadzio nell’opera Morte a Venezia, ma il teatro lo ha ritenuto troppo giovane per recitare. . Oltre al Premio Danza e Danza, ha ricevuto anche il Premio Positano Léonide Massine nel 1995.

Dopo essere stato elevato a primo ballerino dopo la chiamata del sipario di Romeo e Giulietta nel 1996, si è rapidamente impegnato in ruoli da protagonista sia in balletti contemporanei. Ha ballato in numerose produzioni, per molti coreografi diversi, tra cui Il Lago dei Cigni, La Bella Addormentata, Cenerentola e Don Chisciotte.

Il Royal Ballet di Londra, il Canadian National Ballet, lo Stuttgart Ballet, la Staatsoper di Berlino, l’Opera di Vienna, l’Opera di Monaco, il Festival di Wiesbaden e il Balletto di Tokyo li hanno tutti invitati ad esibirsi all’estero. Ha condiviso il palco con alcune delle figure più importanti della danza classica italiana di oggi, tra cui Carla Fracci, Alessandra Ferri, Ambra Vallo, Letizia Giuliani ed Eleonora Abbagnato.

Quando Derek Deane era a capo dell’English National Ballet, Roberto Bolle ballava in Il Lago dei Cigni e Romeo e Giulietta alla Royal Albert Hall di Londra. Ha anche ballato l’Ave Verum sulla musica di Mozart all’Opera di Stato di Vienna nel 2000 e l’Aida alle piramidi di Giza per celebrare il decimo anniversario dell’opera del Cairo. Lo spettacolo all’Arena di Verona fu trasmesso in tutto il mondo.

È stato nominato per il Prix Benois de la Danse per la sua interpretazione del ruolo principale nell’Apollon musagète di Balanchine al Teatro alla Scala nel 1998. Ambasciatore di buona volontà” per l’UNICEF dal 1999, ha rappresentato l’organizzazione nei viaggi a nel Sudan meridionale nel 2006 e nella Repubblica Centrafricana nel novembre 2010.

Nel 1999 ha ricevuto il Premio Gino Tani per la sua difesa della danza e del movimento e nel 2000 ha ricevuto il “Pentagramma d’oro del Premio Galileo 2000. Il Lago dei Cigni e la danza hanno inaugurato la stagione del Covent Garden proprio mentre il presidente russo Vladimir Putin festeggiava il 75esimo anniversario della nascita di Maja Plissetskaja al Teatro Bolshoi di Mosca.

Nel 2002 si è esibito per la regina Elisabetta II a Buckingham Palace. Ha interpretato Romeo in Romeo e Giulietta di Kenneth MacMillan al Teatro Bolshoi di Mosca nell’ottobre del 2002. Ha interpretato La bella addormentata nel bosco al Covent Garden di Londra nel marzo 2003 e Il lago dei cigni TV al Teatro Mariinsky per i festeggiamenti del 300° anniversario di San Pietroburgo a luglio. 2003.

Ha ballato per Papa Giovanni Paolo II nel cimitero di Piazza San Pietro il 1 aprile 2004, in onore della Giornata Mondiale della Gioventù, e nello stesso anno è diventato un’étoile al rinomato Teatro alla Scala di Milano. Nel 2005, ha ballato la parte principale nel Lago dei cigni al Teatro alla Scala di Milano insieme a Svetlana Jur’evna Zacharova.

Ha ballato nella cerimonia di apertura dei XX Giochi Olimpici Invernali il 10 febbraio 2006 a Torino, con la coreografia di Enzo Cosimi. David Garforth, il direttore d’orchestra, e Roberto Bolle, il pianista, hanno collaborato a numerose esibizioni. Nel marzo del 2009, è stato nominato “Giovane leader globale” dal Forum economico mondiale di Davos, in Svizzera.

Dal 2007 ricopre l’incarico del FAI. La sua ultima esibizione, con la compagna di ballo Alessandra Ferri, è stata nel giugno 2007 al Metropolitan Opera House di New York. È stato il ballerino “principale” dell’American Ballet Theatre durante la stagione 2009-2010. In Piazza del Plebiscito a Napoli e nel cortile della cattedrale a A Milano nel 2008, tenne un pranzo per sé e per i suoi amici, Roberto Bolle e compagni.

Roberto Bolle Malattia

Le sue performance, realizzate con il contributo del FAI, sono state rappresentate sia al Colosseo che nella piazza antistante il Tempio della Concordia nella Valle dei Templi di Agrigento. Dal 2009 al 2011 il gruppo ha girato l’Italia facendo tappa al Giardino di Boboli a Firenze, al Teatro antico di Taormina, al Castello di Fénis , Piazza della Pilotta a Parma, Piazza San Marco a Venezia, Torre del Lago Puccini Grande teatro all’aperto e Terme di Caracalla a Roma.

Il Concerto di Capodanno dal Gran Teatro La Fenice di Venezia L’8 ottobre 2016 Luisa Ranieri e Francesco Pannofino di Rai 1 hanno presentato al mondo Roberto Bolle – My Free Dance, il suo nuovo spettacolo. Carla Fracci, Virginia Raffaele, Jovanotti, Paola Cortellesi e Nicoletta Manni erano tra gli ospiti. Roberto Bolle ha girato l’Italia con i suoi ospiti VIP nel 2017. Ha eseguito la sua stravaganza due volte, il 26 e 27 maggio 2017, a Parma per commemorare i 100 anni di Acqua diParma.

Tempi morti

Bolle trascorse gli anni della sua formazione non nella sua città natale di Casale Monferrato ma nella vicina comunità piemontese di Trino, non lontano da Vercelli. Ha iniziato a frequentare i corsi di danza classica all’età di sette anni e all’età di dodici anni è stato accettato alla scuola di ballo del Teatro alla Scala di Milano. Nel 1990 attirò l’attenzione di Rudolf Nureyev, che lo volle nel ruolo di Tadzio nell’opera Morte a Venezia ma il teatro gli rifiutò a causa della sua età.

Carriera

A Bolle è stato assegnato il posto di ballerina principale alla Scala quando aveva solo 20 anni, dopo la sua interpretazione in Romeo e Giulietta nel 1996. Ha lasciato casa ed è andato a lavorare per conto proprio all’età di ventuno anni. La Bella Addormentata, Il Lago dei Cigni, Cenerentola, Lo Schiaccianoci, Giselle, La Esmeralda e In the Middle, Somewhat Elevated sono solo alcuni dei balletti in cui ha recitato.

Bolle ha un curriculum impressionante che include apparizioni con il Royal Ballet, il Balletto di Tokyo, il Balletto Nazionale del Canada, il Balletto di Stoccarda, il Balletto Nazionale Finlandese, la Staatsoper di Berlino, l’Opera di Stato di Vienna, l’Opera di Stato di Dresda, l’Opera di Stato della Baviera, il Wiesbaden Internationale Maifestspiele, l’8° e il 9° Balletto Internazionale di Tokyo Festival, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro di San Carlo di Napoli e il Teatro Comunale di Firenze.

Apprezza particolarmente le produzioni di Derek Deane del Lago dei cigni e Romeo e Giulietta alla Royal Albert Hall di Londra. Una nuova produzione di Aida è stata rappresentata all’Arena di Verona e trasmessa in streaming dal vivo in tutto il mondo, e l’ha cantata alle piramidi di Giza per il decimo anniversario del Teatro dell’Opera del Cairo.

Il mese successivo, nel novembre 2000, il Balletto del Bolshoi lo ha invitato a eseguire Swan Lake nell’ambito della celebrazione del 75° anniversario di Maya Plisetskaya al Teatro Bolshoi di Mosca, alla presenza del presidente Vladimir Putin.La prima ballerina del Royal Ballet, Zenaida Yanowsky, ha eseguito un pas de deux dall’Atto III del Lago dei cigni nella sala da ballo di Buckingham Palace nel giugno 2002 in onore del Giubileo d’oro della Regina Elisabetta.

Tutti i paesi del Commonwealth hanno potuto vedere l’evento svolgersi in diretta grazie alla trasmissione della BBC. Durante la stagione 2003-2004 è stato promosso a Étoile al Teatro alla Scala. Ha ballato davanti a Papa Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro durante la celebrazione della Giornata Internazionale della Gioventù del 2004.

Ha ballato Europa riconosciuta con Alessandra Ferri il 7 dicembre per celebrare la riapertura del rinnovato Teatro alla Scala, e poi di nuovo la notte di Capodanno allo Star Gala. La BBC ha mandato in onda la sua interpretazione di Sylvia di Frederick Ashton al Covent Garden Opera House di Londra il 7 dicembre. Giorno di Natale 2005.

Bolle ha eseguito un assolo coreografato da Enzo Cosimi alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali del 2006 a Torino. Si stima che 2,5 miliardi di persone abbiano assistito alla cerimonia dal vivo o in televisione. Durante lo spettacolo di addio di Alessandra Ferri nel 2007, ha debuttato con ABTcome artista ospite.

Entrando nella storia come primo ballerino italiano maschio ad unirsi all’American Ballet Teatro di quel livello, Bolle ha debuttato con la compagnia durante la stagione primaverile del 2009 al Metropolitan Opera House di New York City. La rubrica “Dance Listings” del New York Times del 26 giugno 2009, ha descritto Bolle come “assolutamente stupendo .

Questa primavera, Bolle si esibirà con l’American Ballet Theatre in Romeo e Giulietta, Il Lago dei Cigni e La Signora delle Camelie. Roberto Bolle, ex American Ballet Theatre, ha annunciato la sua partenza nel giugno 2019. Nel suo ultimo spettacolo con la compagnia, ha interpretato Des Grieux accanto a Manon di Hee Seo.

Nel 2008, Bolle è apparso in un editoriale si diffonde per Ferragamo e Vogue US nel 2009, dove è apparso accanto alla top model Coco Rocha, tra altre campagne e riviste. Bolle riceve anche abiti dallo stilista italiano Giorgio Armani, con il quale ha una partnership.

Roberto Bolle Malattia
Roberto Bolle Malattia

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!