Spargi l'amore
Macia Del Prete Malattia
Macia Del Prete Malattia

Macia Del Prete Malattia – Viene introdotto ai rudimenti della danza classica, del jazz, del contemporaneo e dell’hip hop presso lo Studio E.Gravina di Torre Annunziata . Giovanissima, ha deciso di intraprendere la carriera coreografica e da allora ha studiato allo IALS di Roma, si è formata negli Stati Uniti e in Europa , oltre a frequentare vari workshop tenuti da personalità di spicco del settore.Si è esibita con il corpo di ballo “Slap 99” di P.Coppola dal 1999 al 2001.

Ha debuttato come ballerina nella trasmissione RAI “Absolutely…” condotta da F.Frizzi nel 2005.Durante i suoi tre anni come ballerina e assistente di C.Felicioni, i due hanno tenuto seminari in tutta Italia e in Europa. Inoltre, nello stesso anno, parteciperà ai concerti di apertura di CO’SANG e COR VELENO con la sua band, Legion of Knowledge.

Subito dopo, inizia a lavorare al suo progetto coreografico OLTRE.DC”, una piattaforma di esplorazione e ricerca coreografica che gli ha dato una piattaforma per esprimere il suo artista interiore e gli è valso i primi piazzamenti in molteplici prestigiosi nazionali e competizioni ed eventi internazionali. Il Gran Premio di Danza di Barcellona è un evento annuale.

Già nel 2009 sei stata ospite speciale della rassegna coreografica “Contemporarily” e della piattaforma performativa Leccestate” di Roma.Collabora con Stefano De Martino, si esibisce e tiene workshop in tutta Italia e nel resto del mondo, e insegna danza contemporanea e moderna allo IALS di Roma e al Liceo Centro Regionale Mara Fusco di Napoli nell’ambito del corso D.

NA dancing. Progetto Napoli. La mia sorellina mi ha dato il soprannome di “Macia” quando era piccola, e da allora ho continuato a usarlo. A volte, quando mia mamma è davvero infelice, mi ricordo anche di chiamarmi “Mariarosaria”, ma solo per poco tempo. Ho iniziato ad insegnare danza quando avevo 16 anni, quando mia madre rimase ferita in un incidente stradale; la mia famiglia possiede e mantiene uno studio di danza a Torre Annunziata .

Inizialmente, quando mi chiamarono per giocare nell’entroterra campano, andai lì solo per divertirmi, ma alla fine cambiai idea e decisi di dedicarmi alla pediatria.Macia del Prete, che ha 36 anni e non ha paura di invecchiare, è un’amante degli animali a cui non importa essere punto dalle zanzare, ed è così onesta che parlare con lei è come guardarsi allo specchio per scoprire chi sei Sono.

Ha iniziato la sua carriera in un’accademia di ballo privata nella zona di Napoli prima di esibirsi in locali di tutto il mondo. È stato necessario uno sforzo costante per educare le famiglie, che, d’altro canto, provano così tanta eccitazione quando sanno di essere un parte di un’avventura più ampia, rendendo il lavoro in quell’ambito un disagio non tanto per la difficoltà di insegnare la tecnica ai bambini.

Quando ho iniziato a ballare, l’hip hop mi sembrava lo stile più adatto al mio fisico perché era una tecnica che potevo sfoggiare. Con il tempo, tuttavia, la mia attenzione si è spostata dall’esibizione davanti al pubblico alla coreografia. Dopo alcuni anni, ho capito che la danza poteva essere la mia carriera, quindi andavo a New York una volta ogni tre mesi per prendere lezioni al Broadway Dance Center, Peridance e Steps on Broadway fino alla scadenza del mio visto.

Ma mi sono fermato quando ho saputo che la mia vera vocazione era la coreografia. Nel 2013 sono tornato ad esibirmi dopo che Bill Goodson mi ha chiamato per vedere se ero disponibile per un tour di Renato Zero. Invece di accettare la mia offerta di aiuto, mi ha invitato a ballare. All’inizio ero titubante perché non cercavo attenzione, ma ora sono felice di non averlo fatto.

Imparare la danza da chi lavora nel settore è essenziale per conoscere il mondo e prepararsi per vari lavori che si basano sulla danza, e non solo perché essere un ballerino è un modo per guadagnarsi da vivere con questa forma d’arte. Dopo il mio lungo tour con Renato Zero si è concluso, avevo voglia di ambientarmi e di sfruttare al meglio le opportunità che mi si presentavano a Milano.

Sono tornato a insegnare mentre perseguivo anche la carriera di coreografo. Guardando indietro, vedo che ho dovuto sperimentare anni di nomadismo acuto per acquisire la saggezza e l’esperienza che derivano dallo stabilirsi in una zona. Avere una casa in cui tornare è stato un enorme sollievo e mi ha spinto a apportare alcuni seri cambiamenti nella mia vita. Tuttavia, mi considero un artista altamente multidisciplinare che può lavorare su più cose contemporaneamente.

Macia Del Prete Malattia

Ho iniziato come direttore creativo per diverse etichette, il che mi ha aiutato a guadagnare importanza nel mondo della moda. Questo è un ambito in cui mi sento particolarmente libero di tentare cose nuove poiché, senza compromettere i miei principi di base o la mia identità, ho potuto estendere la mia portata professionale a una clientela sostanzialmente diversa dal mio pubblico tipico.Oltre ad ampliare il mio apprezzamento per altre forme d’arte, la moda mi ha introdotto a un nuovo apprezzamento per l’estetica.

Dopo essersi trasferito a Milano nel 2016, ho iniziato a lavorare come coreografo in tournée per Emma e a dirigere molti dei suoi video musicali. Dato che ho passato molto tempo a studiare come “sentire” il corpo del ballerino attraverso il materiale coreografico, concentrami sul viaggio umano piuttosto che solo sui passi e corpi in movimento e ho sviluppato numerose mappe di lavoro nel corso degli anni, non sono necessario.

Questo è qualcosa che può essere fatto da un insegnante diverso.Tutto è iniziato con una commissione che ho fatto nel 2017 per la mia amica artista Emma Cianchi (Art Garage di Pozzuoli), la cui richiesta mi ha incoraggiato ad approfondire e crescere come artista.Per garantire che ogni giorno sia unico dal precedente, mi sforzo di incorporare quanti più elementi organici possibile nel mio lavoro.

Sono attratto da coloro che sono considerati “troppo” dalla popolazione generale. La diversità è il fulcro dei miei studi creativi e detesto gli stereotipi. Sono alla ricerca di opere realizzate dall’uomo che “semplicemente” abbiano una qualità originale, qualcosa che sia allo stesso tempo introspettivo e unico nel suo genere. Penso che l’individualità e il carattere di una persona siano qualità fondamentali in un compagno di vita.

Trovo che i movimenti del ballerino siano molto umani e mi piace prendere il timone nella ricerca per concentrarmi sui punti più vitali del ballerino. Ponendo l’accento sull’ascolto e sullo sfruttamento massimo delle proprie capacità esistenti, nonché con l’idea che ognuno ha un punto unico da cui iniziare e che, con l’aiuto dei miei studi, può progredire verso un territorio fisico precedentemente inesplorato, spero di riacquisire il ballerino con la gioia del suo mestiere.Certamente.

Ho trascorso gli ultimi mesi organizzando uno spazio di ricerca sul movimento aperto a persone che non hanno una formazione nella danza, ed è stato incredibilmente utile per quelli di noi che hanno sperimentato squilibri emotivi a causa degli eventi degli ultimi due anni.Cose proprie _ _ Questo libro è una riflessione personale sul viaggio dell’autore intersessuale attraverso la transizione di genere.

La partitura coreografica traccia una trama sulla percezione personale e “diversa” di un soggetto non binario fin dalle sue prime esperienze emotive e sessuali, spaziando dalla confusione che tutto ciò può causare alla pressione psicofisica che si sperimenta quando si prende una decisione sul proprio corpo “strano”.

Ci sarà una successione infinita di compromessi a cui fare e domande a cui rispondere, alcuni con il proprio sé fisico e altri con il proprio cervello e le proprie emozioni.Pur non avendo fatto nulla per aumentare la quantità di pagine dedicate alla mia attività editoriale, ho guadagnato l’attenzione dei media poiché non sono una figura che ha fatto molta televisione.

Dato che sono uno che chiama le cose col loro nome, mi sono assicurato di prestare attenzione. Il fatto che fossi ben rasato e pesantemente tatuato faceva sembrare improbabile che potessi diventare un personaggio pubblico.Grazie alla costante ricerca delle mie idee, ho concluso che il proprio ingegno è la chiave principale per ogni situazione. Non potrò mai godere appieno della tranquillità e della serenità perché la mia vita può cambiare in un attimo.

Combatterò qualunque potere invisibile sia finché non potrò più combattere, ma qualunque cosa accada, farò sempre ciò che penso sia giusto. Sono completamente onesto con me stesso quando considero la mia personalità. Se vuoi conoscere la mia opinione, la dirai direttamente dalla bocca del cavallo. Sembra che in Italia si stia sempre sulla difensiva, anche se ho cercato di far capire che credo che avere un lavoro come il mio debba essere adeguato.

Sono tornata a New York per lavorare con la Peridance Contemporary Dance Company e, quando mi sono presentata per il mio primo giorno, non ho ricevuto sguardi strani o domande sulle mie origini. Tutti quelli che entrano qui hanno un’opinione ed è sufficiente esprimerla; non c’è bisogno di discuterne.

Per me è fondamentale essere autentico, per questo ho scelto di esprimermi onestamente sul palco, dove il pubblico riesce a vedere oltre ogni pretesa. Macia del Prete, ancora giovanissima, è esplosa all’improvviso, come un fiume in piena.Fisicità, sensibilità ed energia sono state le sue armi segrete finché non è riuscito a ottenere l’espressione più autentica da ciascuno dei suoi ballerini.

Macia Del Prete Malattia
Macia Del Prete Malattia

By Saba

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!