Spargi l'amore
Felicita Pistilli Tumore
Felicita Pistilli Tumore

Felicita Pistilli Tumore – Musicista, poeta e autore italo-americano Roberto Vecchioni. Ha composto musica per molti artisti diversi e ha scritto molti libri. Tra i tanti premi che ha vinto ci sono il Premio Tenco, il Premio Festivalbar, il Premio Festival di Sanremo, il Premio Mia Martini e il Premio Lunezia Antologia. I personaggi delle sue opere spesso condividono tratti con figure mitologiche di epoche e generi diversi, con i protagonisti che adottano queste caratteristiche non tanto per fornire una spiegazione alle loro azioni quanto più come un semplice modo per trasmettere un aspetto di chi sono. Tra il 1969 e il 1999 ha insegnato in alcune scuole tradizionali di Milano e Brescia. Lui o lei ha continuato a diventare professore e attualmente insegna in più istituzioni.

Biografia

Viene dalla città italiana di Napoli. Originario del paese di San Giorgio in Cremano, Aldo Sr. nasce da una famiglia di commercianti. Sua madre, Eva Picardi, è cresciuta in una famiglia tradizionale italiana nella regione del Vomero. Il secondogenito Sergio è un osservatore esperto. Dopo la laurea in lettere classiche alla prestigiosa Università Cattolica di Milano nel 1968 e un soggiorno come assistente alla facoltà di scienze religiose, lavora fianco a fianco con quella che un giorno diventerà Paola Iezzi del duo Paola&Chiara.

Fino al pensionamento ha ricoperto con successo il doppio ruolo di musicista e di insegnante. Trascorre gran parte della sua carriera insegnando inglese al Liceo Classico Statale “G. Bagatta” di Milano, ma trasferitosi in provincia, insegna dal 1992 al 1996 al Liceo Classico Statale “G. Bagatta” di Desenzano del Garda. Maguzzano diventa la sua sede stabile. , e ora mantiene lì una fattoria considerevole. Al di là del suo insegnamento, fu profondamente coinvolto nella vita culturale della città e da allora vi rimase, lavorando instancabilmente per preservare la bellezza naturale della città e i monumenti storici.

Cantante e cantautore fin dall’inizio, lavorò per la prima volta con il collega musicista Andrea Lo Vecchio su una registrazione Pop Seven del 1966 di Barbara Ann dei Beach Boys; questo singolo è unico perché lo stesso Vecchioni ha partecipato al processo di registrazione.

I componenti dei Pop Seven erano tutti riuniti da Iller Pattaccini: Vecchioni, Fabio, Vittorio, Tojo, Michele, Angela e Daniela. Sia i Pop Seven che Barbara Ann erano rappresentati nella registrazione di due 45 giri, uno dei quali presentava i rispettivi fondoschiena dei gruppi. Successivamente, negli anni ’60 e ’70, continuò il suo lavoro in libertà, scrivendo canzoni per artisti come Ornella Vanoni, Iva Zanicchi, Gigliola Cinquetti, i New Angels, gli Humans, i Wind Chimes e molti altri.

In questi testi si possono trovare diversi temi comuni nelle opere di Jorge Luis Borges, come il desiderio del passato, il doppio e l’uso delle storie come metafore del presente. Lavorando a stretto contatto con CGD e CBS, alla fine ho conosciuto Francesco Guccini: Francesco si è mosso molto velocemente, un po’ perché era più lucido di me e un po’ perché era meno coinvolto nella situazione di me. Ho visto CGD a Sanremo e mi ha detto che si era avvalso dell’aiuto di parolieri professionisti come Daniele Pace e Mario Panzeri per scrivere il testo di una delle sue canzoni.

Felicita Pistilli Tumore

Nel 1968, durante il Festival di Sanremo, Lo Vecchio fece eseguire da Giuliana Valci e Gigliola Cinquetti una canzone intitolata “Sera”, proiettando sia Lo Vecchio che Vecchioni verso la fama letteraria. Non volevo una fama casuale; Volevo “il piacere, anche l’orgoglio, di aver scritto qualcosa che sia piaciuto più di altri, al di sopra di quello dei professionisti e dei veterani… e questo in parte mi ha gratificato, in parte ha risposto al mio bisogno di affermazione”, scrive l’autore. del successo del Festival.

Il suo album di debutto con il suo nome è finalmente stato pubblicato.

Le canzoni “Rain and the Park” e “The Park” di Vecchioni gli valsero il primo riconoscimento come cantautore e furono incluse in un 45 giri pubblicato per la Durium nel 1968. Ci vogliono tre anni perché Vecchioni si guadagni la fiducia di una nuova etichetta discografica, la Ducale, nonostante l’appoggio di Davide Matalon, titolare dell’etichetta discografica italiana Italdisc e noto esploratore della regione del Mina, che finanzia un disco con due brani composti ed eseguiti da Lo Vecchio ma non riesce a tenere traccia di il successo commerciale dell’album. La canzone “Luci a San Siro” fu originariamente pubblicata da Ducale Vecchioni nel 1971 nel suo album di debutto Parabola.

Dopo aver pubblicato nel 2010 un secondo album dal titolo “Saldi di fine stagione”, l’anno successivo collabora con Donatella Moretti, contribuendo con tre brani all’album Conto Terzi. Renato Pareti, noto tifoso della squadra, ha scritto i testi per l’Inter. Spaziale, che il calciatore Mario Bertini ha cantato su musiche da lui composte. Nel 1971, quando la canzone fu pubblicata per la prima volta, scrisse il testo.

Quando il suo album Il re non si divertinte fu pubblicato nel 1973, ricevette recensioni entusiastiche da parte dei media italiani. La sua canzone originale “L’uomo che si gioco il cielo a dadi” di quell’anno si classificò prima nella sua categoria al Festival di Sanremo. Secondo il giornalista Marino BarToletti, Vecchioni e un altro uomo furono sentiti discutere su quanto si sarebbero divertiti all’after-party del festival lo stesso anno in cui Vecchioni scrisse la canzone incoerente “Sugli sui bane bane” per il duo femminile “Ledaughters of the wind”.

Nello stesso anno debutta anche con i Canzonissima, per poi essere eliminato ai quarti di finale. Incisa per il Ducal Summer Album nel 1974, la canzone “La Butterfly Japanese” incontra una tiepida accoglienza e porta infine alla popolarità dell’artista. allontanamento dall’etichetta. Sulla scia di ciò, firma con la Philips e sperimenta il suo primo successo commerciale con gli album Ipertensione ed Elisir, l’ultimo dei quali contiene le canzoni “Velasquez” e “Figlia”, che venivano spesso trasmesse nelle prime forme di trasmissione radiofonica commerciale. .È stato confermato per la prima volta che ha fornito gli effetti sonori per la serie animata Barbapapà nel 1975, che comprendeva anche le voci di Orietta Berti e Claudio Lippi.

Felicita Pistilli Tumore
Felicita Pistilli Tumore

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!