Spargi l'amore
Battisti Come È Morto
Battisti Come È Morto

Battisti Come È Morto – Lucio Battisti è stato un cantautore, compositore, polistrumentista, arrangiatore e produttore discografico italiano.È considerato uno dei migliori cantautori italiani e ha venduto oltre 25 milioni di CD. Nel corso della sua carriera ha pubblicato 20 album completi. Oltre al proprio lavoro, collaborò spesso con parolieri ed era ampiamente considerato come uno dei musicisti più importanti del ventesimo secolo .

La sua vasta collaborazione con Mogol ha gettato le basi per la sua carriera e ha consolidato la sua reputazione di interprete di esperienze comuni e sentimenti universali che persiste ancora oggi. Battisti, reticente agli occhi del pubblico e della stampa, scomparve gradualmente dall’opinione pubblica a partire dai primi anni ’70 e riemerse solo poco prima della sua morte, avvenuta all’inizio degli anni ’80.

Aveva già collaborato con la moglie Velezia, ma alla fine giunse alla conclusione che Pasquale Panella sarebbe stato il paroliere più accomodante per le sue imprese d’avanguardia. Hanno dato origine a una nuova era musicale che si è allontanata dagli schemi tradizionali e aveva testi che erano già complicati nelle mani di Mogol e lo sono diventati ancora di più in quelle di Panella, che non ha mai fatto lo sforzo di essere descrittivo.

Fu autodidatta, ma si distinse soprattutto come chitarrista ritmico e cantante dotato di notevole forza interpretativa e di una voce inconfondibile. Questa qualità gli valse molti detrattori e talvolta dure critiche, ma contribuì anche al suo successo permettendogli di trasmettere emozioni in cui molte persone potevano identificarsi.

Nonostante ciò, Battisti sottolineava il valore dell’emozione al di sopra dell’abilità tecnica vocale.È diventato un personaggio di spicco della musica pop italiana grazie alla sua innovativa fusione tra sonorità della scena anglo-americana e la lunga storia musicale italiana, che ha imparato da solo. Dopo un fallito debutto sul mercato negli anni ’70, la produzione viene riscoperta negli Stati Uniti.

Debutti

Nel 1947 la sua famiglia si trasferì a Vasche, una minuscola frazione del comune di Castel Sant’Angelo in provincia di Rieti, e nel 1950 si stabilirono a Roma, in Piazzale Prenestino 35. Battisti, entrato in terza media , chiese ai suoi genitori una chitarra, che alla fine imparò a suonare con il minimo aiuto di un amico di famiglia.

Nel 1961, il suo interesse per la chitarra era così intenso che la suonava senza sosta. Un Alfiero frustrato minacciò di non firmare l’esenzione dal servizio militare se non avesse conseguito il diploma a causa dell’atteggiamento apatico del figlio nei confronti della scuola a causa della sua fissazione.

Battisti acconsentì per dedicare i due anni successivi alla musica e nel 1962 ricevette l’accreditamento come tecnico elettrico. Battisti trascorse molto tempo creando un background musicale diversificato e di conseguenza fu fortemente influenzato da artisti come Ray Charles, Otis Redding, i Beatles, Donovan e Bob Dylan.

Cosa è stato fatto e come abbiamo comunicato per la prima volta con Mogol, 1962-1966

Battisti ha iniziato nel mondo della musica grazie al chitarrista/cantante/pianista Leo Sanfelice, che lo ha invitato a unirsi alla sua band Gli Svitati. L’anno successivo, a 19 anni, inizia a suonare nel Napoli con I Mattatori; ma, alla fine di quell’anno, era tornato a casa per mancanza di soldi e aveva smesso di suonare con la band. Il gruppo romano I Satiri, con il quale si esibì successivamente, si esibiva spesso con Enrico Pianori al bar Cabala di Roma.

Battisti Come È Morto

Quando il chitarrista Bruno De Filippi lasciò la band, I Campioni, un gruppo molto più grande che suonava nello stesso locale, iniziarono a cercare un sostituto. Roby Matano, il leader della band, chiese a Battisti di prendere il posto di Alberto Radius, e Battisti accettò con entusiasmo. Si trasferisce a Milano, quartier generale della band, e presto diventa un frequentatore abituale della scena dei bar di Santa Tecla.

Nonostante le ripetute affermazioni di Matano di una sorta di “primogenitura” nello scoprire il talento di Battisti, l’incoraggiamento iniziale del giovane musicista a mettere nero su bianco è venuto da Matano. Battisti e Matano hanno collaborato a numerose canzoni; Matano non era iscritto alla SIAE, quindi le canzoni furono ufficialmente registrate a nome di Battisti. Alcune delle canzoni non furono mai rilasciate al pubblico, mentre altre caddero nell’oscurità. Battisti rielaborò Non chiederò carità di Mogol sulla base di nuovi testi e lo ribattezzò Mi Ordini in Mente.

Il 14 febbraio 1965 Battisti fu trovato da Christine Leroux, un’editrice musicale di origine francese vissuta a Milano negli anni ’60 e comproprietaria delle edizioni El & Chris. Leroux della casa discografica Ricordi sentì cantare Battisti e organizzò un incontro tra lui e il cantautore Giulio Rapetti , meglio conosciuto come Mogol. Quest’ultimo dapprima fu cauto, ma la modestia del cantante lo conquistò, e ncome periodicamente lavorano insieme “non per scrivere canzoni ma per fare esperimenti”.

Dopo qualche esitazione iniziale, i due tornarono al lavoro e alla fine del 1967 avevano scritto Hey boy, che l’Equipe 84 avrebbe registrato l’anno successivo. Mogol esortò Battisti, che dubitava delle proprie capacità vocali, a cantare lui stesso le sue canzoni, e la collaborazione appena stabilita continuò con alcune canzoni offerte a diversi cantanti fino al 1966. “Le tue audizioni sono sempre più belle delle versioni altrui, “è stato detto a Battisti. Alla loro casa discografica, la Ricordi, all’inizio non piaceva che Mogol cantasse perché era pessimo nel farlo , ma alla fine li convinse del contrario minacciando di smettere.

La prima uscita da solista di Battisti, che può essere ascoltata nella compilation Sanremo ’66 di Dischi Ricordi, fu una cover di “Ora S” di Sergio Endrigo del Festival di Sanremo del 1966 . La prima versione a 45 giri di Dolce di giorno/Per una lira non ebbe un immediato successo commerciale.

Il successivo successo delle canzoni è in gran parte dovuto agli sforzi di Dik Dik e Ribelli di Demetrio Stratos. Per una lira sul mercato degli “addetti ai lavori” si distinse per l’originalità della sua composizione lirica e melodica.Battisti fu avvicinato dai produttori dei Beatles tramite Paul McCartney quello stesso anno mentre era a Londra per una settimana con Mogol ,

Battisti Come È Morto
Battisti Come È Morto

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!