Spargi l'amore
Arresto Galtier
Arresto Galtier

Arresto Galtier – Cristophe Galtier è stato oggetto di voci di trasferimento sia nella vita reale che in quella immaginaria nelle ultime settimane. Il motivo numero uno è che l’attuale allenatore del PSG lascerà quasi sicuramente il suo incarico; voci di trattative per la rescissione circolano da giorni, ma per ora non c’è nulla di definitivo.

Il motivo numero due è che Galtier sarebbe stato preso in considerazione per la posizione di capo allenatore al Napoli, ma la cosa è stata ovviamente accantonata dopo che Garcia è stato assunto e De Laurentiis ha preso la decisione un po’ sorprendente di assumerlo. Nei suoi confronti si accusano pregiudizi razziali.

Le ricostruzioni dei media francesi, come Le Figaro, suggeriscono che mentre allenava il Nizza, Galtier avrebbe fatto commenti razzisti e islamofobici contro molti giocatori. Presumibilmente è stato durante la stagione 2021-22 che l’allenatore ha espresso la sua disapprovazione per i giocatori neri e musulmani a Julien Fournier, all’epoca direttore generale del Nizza.

Il manager ha scelto di avvisare l’azienda tramite email, illustrando dettagliatamente la situazione, dopo essere rimasto chiaramente turbato dalle dichiarazioni del suo tecnico. Ma questa email non è rimasta nascosta nelle comunicazioni interne del club o sui server della sede del Nizza; una fuga di notizie ha garantito che finisse sulle onde radio di RMC Sport.

Detenuto è Galtier. Il processo di dicembre per l’accusa di “discriminazione” dell’allenatore del PSG è imminente.

Nonostante le smentite dell’allenatore, è stato comunque condannato a processo dopo essere comparso davanti all’ufficio del pubblico ministero. Ad aprile, timori di “discriminazione basata su una presunta razza o appartenenza religiosa” hanno portato all’apertura di un’indagine preliminare. Ebbene, cosa è successo esattamente?

Dopo essere stato inizialmente detenuto insieme a Galtier, il figlio è stato infine rilasciato. Dopo l’interrogatorio dell’accusa, John Valovic-Galtier, figlio di Galtier e agente di calciatori, è stato liberato dalla custodia. Ma gli avvenimenti francesi sono diventati protagonisti e Cristophe Galtier è attualmente detenuto presso la polizia giudiziaria di Nizza.

L’allenatore del PSG Christophe Galtier, sostenendo di essere “in custodia presso la polizia giudiziaria di Nizza dalle 8.45 di venerdì”, è stato denunciato come scomparso dall’agenzia di stampa francese AFP, citando il procuratore di Nizza Xavier Bonhomme. La “sospetta discriminazione” ha portato alla detenzione non autorizzata dell’allenatore.

Il sospetto di “discriminazione basata su presunta razza o appartenenza religiosa” ha portato a metà aprile all’apertura di un’indagine preliminare. L’allenatore ha costantemente e rabbiosamente contestato le affermazioni, arrivando addirittura a sporgere formale denuncia. Galtier è attualmente detenuto a Nizza.

Mentre allenava il Nizza, Galtier è stato arrestato con l’accusa di razzismo.

La polizia di Nizza ha arrestato Cristophe Galtier e John Valovic-Galtier, che è suo figlio. Romain Molina alla radio RMC: “Mi ha poi risposto che dovevo tener conto della realtà della città e che in effetti non potevamo avere così tanti neri di giocatori musulmani” per cui l’allenatore rischia una multa di 45.000 euro e tre anni di reclusione.

Mentre allenava il Nizza, l’allenatore ha supervisionato la squadra del Paris Saint-Germain la scorsa stagione ed è ora oggetto di un’indagine per accuse di discriminazione religiosa e razziale. Preso in custodia. È vero che mentre era allenatore del Nizza, ha dovuto affrontare accuse di insulti razzisti nei confronti di diversi giocatori.

Il prossimo passo sarà decidere se rilasciare i due o portarli in tribunale per rispondere delle accuse. Successivamente, Queste informazioni sono emerse per la prima volta in un’e-mail dell’ex direttore sportivo del Nizza Fournier al management dell’Ineos, vale a dire il proprietario Dave Brailsford, all’inizio della stagione 2021-22.

Ho informato Christophe della nostra conversazione e gli ho chiesto di confermarne la veridicità dopo la partenza del suo agente/figlio. Ha detto: “Sai, dovevo pensare alla città così com’è, e non potevamo davvero avere così tanti neri e musulmani nella squadra”. Grazie all’arresto gli investigatori avranno a disposizione Galtier e suo figlio per 24 ore.

Galtier, allenatore del PSG, arrestato dopo essere stato accusato di razzismo

Il procuratore Xavier Bonhomme di Nizza ha rivelato che dopo la partenza di Christophe Galtier dal PSG, lui e suo figlio erano “in custodia presso la polizia giudiziaria di Nizza” in relazione ad un’inchiesta su accuse di discriminazione razziale. Mentre gestiva il club della Costa Azzurra per un anno, si ritiene che Galtier abbia fatto commenti razzisti, sessisti e islamofobici.

Arresto Galtier

A metà aprile sono state avviate delle indagini sulle accuse di “discriminazione basata su una presunta razza o appartenenza religiosa” in relazione alle accuse mosse contro Christophe Galtier durante il suo periodo come giudice a Nizza. Il figlio del pubblico ministero, John Valovic-Galtier, “è stato liberato dopo le udienze”; era anche un agente di calciatori.

Il simpatico procuratore Xavier Bonhomme ha interrogato ieri mattina l’allenatore dopo che è stato trovato in manette. Julien Fournier, ex direttore sportivo del club, ha condannato fermamente le seguenti affermazioni presumibilmente fatte da Galtier in un’e-mail inviata all’amministrazione del club di Nizza e successivamente resa pubblica del giornalista indipendente

Prossimo passo: il processo Galtier. Accuse controverse contro l’allenatore del PSG

Christophe Galtier, allenatore del Paris Saint-Germain, sarà processato il 15 dicembre con l’accusa di discriminazione e molestie morali per le osservazioni che avrebbe fatto quando allenava il Nizza, secondo il pubblico ministero del Nizza Xavier Bonhomme. L’allenatore “ha contestato i reati di cui poteva essere imputato” durante l’udienza, ha riferito la Procura.

Presso il Tribunale penale di Nizza, Galtier dovrà affrontare il 15 dicembre l’accusa di “molestie morali e discriminazioni basate sull’appartenenza o non appartenenza, reale o presunta, a un’etnia, a una nazione o a una cosiddetta razza o religione specifica”. Non molto tempo dopo l’incarcerazione di suo padre, anche suo figlio John Valovic-Galtier fu rilasciato dal carcere.

A dicembre avrà luogo il processo. Anche Julien Fournier, ex direttore sportivo del Nizza, era presente in tribunale a maggio dopo aver riportato le dichiarazioni di Galtier. L’allenatore rischia una pena di 45.000 euro e un massimo di tre anni di reclusione ai sensi dei commi 225-1 e segg., 222-33-2 e segg del codice penale francese. e 222-33-2 e segg.

Galtier, allenatore del PSG, è stato arrestato con l’accusa di discriminazione religiosa e razziale.

“Sospetti di discriminazione razziale e religiosa” hanno portato alla nomina di Christophe Galtier come allenatore del Paris Saint-Germain. Il pubblico ministero di Nizza, Xavier Bonhomme, ha twittato: “Galtier e suo figlio sono in custodia presso la polizia giudiziaria di Nizza dalle 8,45 di venerdì”, confermando l’arresto.

John Valovic, figlio di Galtier, è stato liberato a metà pomeriggio dopo l’interrogatorio, secondo l’agenzia France Press. I sospetti di “discriminazione basata su una presunta razza o appartenenza religiosa” contro l’allenatore 56enne durante la sua stagione 2021-22 con il Nizza hanno portato all’apertura di un’indagine preliminare a metà aprile.

L’ex allenatore del PSG Gallier è stato arrestato con l’accusa di razzismo mentre allenava il Nizza.

La polizia di Nizza ha arrestato Cristophe Galtier e John Valovic-Galtier, che è suo figlio. Questa sezione riguarda l’inchiesta sulle accuse di discriminazione religiosa e razziale mentre l’allenatore allenava il Nizza; più recentemente ha allenato il Paris Saint-Germain. Descrive un evento accaduto all’inizio della stagione, il 9 agosto 2021, secondo lui.

Le accuse partono dall’ex direttore sportivo del Nizza, Julien Fournier, che, in una email inviata al giornalista indipendente Romain Molina e Rmc Sport, ha accusato l’ex allenatore dei parigini di fare commenti razzisti e discriminatori nei confronti dei giocatori del Nizza. Le accuse risalgono all’inizio delle due stagioni precedenti.

“Le Parisien” precisa che l’ex direttore sportivo ha rivelato di più in una email indirizzata alla dirigenza dell’Ineos alla fine della scorsa stagione, e precisamente al proprietario del Nizza, Dave Brailsford. Gli investigatori hanno già interrogato diversi componenti della squadra del Nizza, tra cui giocatori, allenatori e il presidente Jean-Pierre Rivère del codice penale.

Christophe Galtier, allenatore del PSG, sarà processato a dicembre con l’accusa di discriminazione.

L’allenatore del PSG, Christophe Galtier, è in carcere. Le accuse affermano che mentre era alla guida del Nizza, avrebbe insultato i giocatori con commenti razzisti. Entro la fine dell’anno dovrà affrontare il giudice. Lo shock ha colpito la Francia. L’arresto per un simile crimine creerà sicuramente confusione. Ma è delineato negli articoli 225-1 e segg.

L’inchiesta era iniziata ad aprile e a riferirlo era stato anche l’ex direttore sportivo del Nizza, Julien Fournier Le presunte dichiarazioni dell’allenatore. Galtier, infatti, ha sporto denuncia e ha costantemente contestato l’accusa. Insiste di non aver fatto nulla di male. Il 15 dicembre il tribunale di Nizza esaminerà il suo processo.

Arresto Galtier
Arresto Galtier

By MH

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco pubblicità!!!

Abbiamo rilevato che stai utilizzando estensioni per bloccare gli annunci. Sostienici disabilitando il blocco degli annunci.

error: Il contenuto è protetto !!